Get Adobe Flash player

NEWSLETTER
Fondazione Mago Sales

btn donateCC LG

 

CONTATTI

 

RECAPITI

 

p libro-ospiti

 

 

logo smilab

 C.F. 97619820018
P.Iva 08860260010

 Città 
 Provincia 



*Importo € 






Eventualmente, puoi indicare un'altra causale:


Desidero che mi venga inviata gratuitamente la rivista della Fondazione Mago Sales
Desidero che mi venga inviata via e-mail la Newsletter della Fondazione Mago Sales

 
 
 
 Città 
 Provincia 
 
 



*Importo € 






Eventualmente, puoi indicare un'altra causale:


Desidero che mi venga inviata gratuitamente la rivista della Fondazione Mago Sales
Desidero che mi venga inviata via e-mail la Newsletter della Fondazione Mago Sales

t-testimonial

brachetti
ARTURO BRACHETTI:

attore, mago, regista, fantasista... il numero uno mondiale nel settore del trasformismo. Allievo di don Silvio Mantelli, il mago Sales.
Da anni dedica l'incasso di parte dei suoi spettacoli per i progetti della Fondazione. Sempre presente alle principali manifestazioni, come il raduno dei maghi e giocolieri al Colle don Bosco.
Da quest'anno è ufficialmente Testimonial della Fondazione mago Sales.

Messaggio speciale di ARTURO BRACHETTI:
"Ci sono degli incontri nelle nostre vite, per cui poi noi diventiamo quello che sognavamo di essere.
Questa è la magia che ha fatto Sales per me.Ma oggi lui è molto di più per me e per tutti.
Anche senza trucchi nè costumi, Sales porta la vera magia, quella della vita a coloro che hanno solo la propria sopravvivenza da difendere.
Grazie Sales per essere ancora quel "ragazzo" piene di idee, di risorse e di ideali che mi hai insegnato a perseguire.
Grazie per avermi insegnato che non esistono montagne invalicabili..."

walter rolfo
WALTER ROLFO:

Presentatore, illusionista e autore di programmi televisivi, inizia 25 anni fa il suo cammino nel mondo della magia grazie all’incontro con il Mago Sales di cui è orgoglioso di essere allievo, estimatore, discepolo ma soprattutto amico. Ha da poco terminato la realizzazione e la conduzione del programma di RAI DUE “ArcanA, inchieste sulla magia”, trasmissione dedicata al mondo segreto dell’illusionismo e dei giochi di prestigio.

Messaggio speciale di Walter Rolfo:
"Condivido i progetti della Fondazione Mago Sales da ormai 15 anni, sono stato uno tra i primi "Magiciens Sans Frontieres", e continuerò a condividere questo sogno ancora per molto molto tempo, anche perché è solo continuando a camminare insieme che si può arrivare lontano".

Addio 2008

Più starete attenti e meno vedrete, meno vedrete e meglio sarà per me! ». Su un fogliettino di carta velina morbida scrivi a caratteri ben visibili l'anno che sta per finire: 2008. Lo strappi in tanti pezzetti­ni, appallottolandoli, dicendo che tutto passa, e ad un anno subito ne seguirà un altro. Infatti, dopo aver finto di spruzzarvi sopra un pizzico di polvere magi­ca che tieni in tasca, srotoli il tutto facendo vedere che il fogliettino è ritornato intatto e su di esso si può leggere: 2009. Buon anno. E le mani... sono vuote e pulite, almeno me lo auguro.
 
Il trucco: Fin dall'inizio tieni nascosto il secondo fogliettino già appallottolato nella mano sinistra. Questo verrà astutamente scambiato con quello strac­ciato. Naturalmente ti libererai di quest'ultimo la­sciandolo cadere nella tasca, quando fingerai di pren­dere la preziosa polverina magica.

 

teatro magico 01

Piccolo gioco, grande illusione

“Ho fatto questo gioco alla Casa Bianca... sì, alla casa bianca... quella qui all'angolo.
Ho qui in mano un nastro di seta lungo un metro cir­ca e largo 2 cm. che rappresenta una graziosa fanciulla; nell'altra mano ho un cartoncino grande come una car­tolina e piegato in tre parti uguali secondo la lunghez­za. Questo cartoncino rappresenta una cassa di legno. Ora non ci resta che rinchiudere la ragazza nella cassa - dici pregando qualcuno di inserire il nastro nell'in­terno del cartoncino -. Tutti hanno sentito parlare del famoso gioco della donna segata in due pezzi e poi ri­costruita! Bene... Adesso io andrò a eseguire lo stesso esperimento di fronte ai vostri occhi. Fate attenzione!”.
II taglio logicamente dividerà in due la cartolina, ma con grande meraviglia di tutti il nastro resterà intatto.


Il trucco: È sufficiente eseguire il taglio con la mano sinistra anziché con la destra. (Nel caso fossi mancino, usa la mano destra)

 

teatro magico 01

Il fiammifero indistruttibile

“Questo gioco è molto misterioso... infatti me l'ha passato l'idraulico... non ci capiva un tubo. Ora però lo spiego a voi”.

Distendi un fazzoletto sul tavolo e posa al centro un fiammifero  o uno stuzzicadenti che ti sarai cortesemente fatto prestare. Poi piega più volte il fazzoletto ed invita alcuni dei presenti a spezzare in più punti il fiammifero (o lo stuzzicadenti). Fai ancora controllare, attraverso le pieghe del fazzoletto, ad un'ultima persona che il fiammifero (o stuzzicadenti) è realmente spezzato.
Ora spiega il fazzoletto sul tavolo e mostra il fiammifero ancora intatto. Tra la meraviglia di tutti concludi dicendo: “Non c'è niente di straordinario... qualsiasi genio potrebbe farlo!”.


Il trucco: Per compiere questo bellissimo effetto è suf­ficiente infilare segretamente nell'orlo del fazzoletto un altro fiammifero di legno (o uno stuzzicadenti). Allo spettatore farai quindi rompere quello che sta nell'orlo e non il primo che po­trai anche fare contrassegnare con un segno qualsiasi per evitare che qualcuno possa pensare ad una sostituzione.

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

Banana e Karatè

Copri una normale banana con un foulard o un tova­gliolo; dopo un attimo di dovuta concentrazione, lancia alcune urla e mima con le braccia i gesti tipici di un mae­stro di karatè, senza però toccare il tovagliolo. A questo punto, dopo aver detto una battuta simile a questa: «”Pre­go, vorrei farvi notare che le mie mani non hanno mai... lasciato le braccia “, invita uno spettatore goloso a sbuc­ciare la banana. Tutti i presenti potranno così assistere ad un vero prodigio: infatti vedranno cadere ad uno ad uno dei piccoli tronchetti di banana.
 
Il trucco: Questo giochetto richiede una certa prepa­razione. Con l'aiuto di un ago fora la buccia del frutto fino a raggiungere, dalla parte opposta, la parte inter­na. Imprimendo allo spillo un movimento circolare pro­vocherai la spaccatura della polpa senza tagliarne la buc­cia. Tale operazione andrà ripetuta tante volte quanti so­no i tronchetti che vorrai tagliare.

 

teatro magico 01

Un rompicapo di auguri

Consegna a tutti i tuoi amici presenti in sala il tuo biglietto di auguri natalizio. In realtà si tratta di un geniale artifizio o rompicapo magico così costruito: da un robusto cartoncino (tipo bristol) taglia con le forbici tanti piccoli rettangoli di cm 15x6, quanti sono i tuoi amici. Su ognuno di questi scrivi i tuoi auguri natalizi con la tua firma artistica di mago. Fai anco­ra due tagli paralleli e un foro rotondo all'interno degli stessi, come indicato dalla figura e infilaci una cordicella alle cui estremità legherai due piccole pal­line natalizie.
II gioco consiste nel liberare la cordicella dal car­toncino senza staccare le palline.
 
Il trucco: Sotto la copertura di un grosso fazzolet­to fai passare una parte della linguetta centrale nel foro e ti sarà facile estrarre il tutto. Buon divertimento e... mi raccomando, neve in bocca.

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

Consegna a tutti i tuoi amici presenti in sala il tuo biglietto di auguri natalizio. In realtà si tratta di un geniale artifizio o rompicapo magico così costruito: da un robusto cartoncino (tipo bristol) taglia con le forbici tanti piccoli rettangoli di cm 15x6, quanti sono i tuoi amici. Su ognuno di questi scrivi i tuoi auguri natalizi con la tua firma artistica di mago. Fai anco­ra due tagli paralleli e un foro rotondo all'interno degli stessi, come indicato dalla figura e infilaci una cordicella alle cui estremità legherai due piccole pal­line natalizie.
II gioco consiste nel liberare la cordicella dal car­toncino senza staccare le palline.
 
Il trucco: Sotto la copertura di un grosso fazzolet­to fai passare una parte della linguetta centrale nel foro e ti sarà facile estrarre il tutto. Buon divertimento e... mi raccomando, neve in bocca.

Il ponte meraviglioso

Questo è uno dei miei trucchi preferiti. L'ho pre­sentato recentemente nel più grande teatro di Ber­gamo, la città abitata per metà da bergamaschi e per metà da... bergafemmine.
Metto sul tavolo due bicchieri di vetro. Sopra vi po­so un semplice foglio di carta e scommetto due lire e tutti i miei libri di scuola che nessuno sarà capace di far stare un terzo bicchiere in equilibrio sul foglio. Naturalmente nessuno ne sarà capace, tanto meno l'immancabile primo della classe.
 
Allora prendi il foglio di carta e piegalo «a fisar­monica», come indicato nella figura. Questo diven­terà un ponte magico assai solido per sostenere il peso del terzo bicchiere.
Terminato l'applauso di rito, annunci: «Ora vorrei presentarvi il prossimo numero ». A questo punto mo­stra un cartello con un numero sopra.

 

 

teatro magico 01

Il cappello magico

«In questi giorni, sto prendendo ogni tipo di vitamine: A,B,C,D,E,F,G... ma non servono a un'H!».
Se non vuoi che il tuo spettacolo subisca la stessa sorte, ti invito a costruirti un accessorio fondamen­tale che ti sarà utile anche in seguito.
Prendi un cartoncino abbastanza robusto, di colore nero, o di altro colore, come preferisci, magari con tante stelline disegnate (fa molto Natale). Con un paio di forbici taglia un rettangolo di 54x20 cm (quest'ultima misura rappresenta l'altezza del cappello). Ar­rotolalo e incolla i due lati corti per una larghezza di 1 cm. Con un compasso disegna due cerchi uno piccolo e un altro più grande. Questi formeranno la chiusura superiore del cappello e la sua falda.
Dopo 20 tentativi riuscirai a trovare le misure esatte. Ti ricordo che il cappello va messo in testa e non in un piede a mo' di calzatura.

 

 

 teatro magico 01

 

 

 

 

L'albero di Natale

Ora ti insegnerò a costruire in quattro e quattr'ot­to un bellissimo albero di Natale che durerà molto più a lungo di tutti gli altri, anche perché è fatto con semplici «foglie» di carta.
Precedentemente avrai arrotolato a tubo due o tre fogli di giornale sovrapponendoli di volta in volta solo per 10 o 15 cm. Ora con tutta l'energia che hai lacera in quattro la parte superiore del tubo di carta dall'alto verso il basso, per 20 cm circa. Otterrai 4 lembi, ciascuno dei quali è costituito da molte stri­sce di carta. Piega le strisce verso il basso. Adesso in­fila due dita nella punta del tubo e comincia a tirare verso l'alto. Via via che le strisce verranno fuori tutti potranno assistere alla crescita miracolosa di un albero fantastico.
Applauso assicurato... ma non montarti la testa per­ché lo spettacolo è appena incominciato.

 

 

 

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

Stella di Natale

«Sentite, sentite questa», urli, fingendo di legge­re un giornale: «Complesso musicale cerca batteria. Altrimenti il pulmino non parte». «Vendonsi piante carnivore. Escluso il venerdì».
Cose da pazzi, ma non è finita. Ora ritaglio da que­sto giornale un quadrato di circa 50 cm di lato, lo piego a metà secondo la diagonale, ottenendo un triangolo rettangolo.
Adesso partendo dalla metà esatta dell'ipotenusa, piego il foglio ancora in quattro parti eguali, forman­do 5 piccoli triangoli sovrapposti. Con le forbici opero un taglio netto dividendo in due parti questo capo­lavoro di origami (dividi secondo la linea tratteggia­ta).
Aprendo quest'ultimo piccolo triangolo otterrai una graziosa stella da posare sulla sommità dell'al­bero

 

teatro magico 01

Il corno dell'abbondanza

Ernesto Carletti disse un giorno: « Per ottenere l'ac­qua pesante basta riempire una damigiana d'acqua e poi mettersela in spalla»... « Per ottenere invece de­gli addobbi natalizi ci vuole un mago, una bacchet­ta magica e un semplice foglio di carta come que­sto», affermi mostrandolo vuoto da entrambe le par­ti. Subito lo accartocci formando un cornetto di quelli usati per le tradizionali caldarroste. Lo fai vedere vuo­to e dopo aver pronunciato le fatidiche parole ma­giche, immediatamente inizi la produzione di metri e metri di nastri colorati. Al termine srotola il foglio per far vedere che non esiste trucco alcuno.
 
Il trucco: Il foglio di carta è doppio e le due parti sono incollate a faccia a faccia ad eccezione di una piccola parte iniziale che formerà la tasca segreta do­ve nasconderai i nastri di seta.

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

Il mistero della candela

« Siete pronti a continuare... A fare cosa?... Ad ap­plaudire naturalmente... Perché il gioco che farò vi sbalordirà certamente. Come vedete questo è un ef­fetto molto visibile», dici, accendendo un fiammife­ro; con esso accendi un accendino (!) e con l'accen­dino accendi una candela, simile a quelle che si usa­vano mettere sull'albero di Natale.
Avvolgila in un foglio di giornale, dopo averla spenta, naturalmente. Quindi strappando a metà l'in­volucro, vi estrai un colorato fazzolettino di seta, con il quale saluti il tuo pubblico meravigliato.
 
Il trucco: La candela è truccata. È in effetti forma­ta da un cilindro di carta bianca e sormontata da una fettuccina di cera con stoppino. Prima di eseguire il gioco vi nascondi nell'interno il fazzolettino colora­to. Per farla sparire poi ti consiglio di usare un gior­nale... che sia di carta. Capito!?

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

La scomessa di Natale ... e se vinci sei premiato

Come sollevare un cubetto di ghiaccio galleggiante in un bicchiere d'acqua,, unicamente servendosi di una piccola cordicella? E chiaro che non la si può arrotolare attorno al cubetto e nemmeno è possibi­le toccare il ghiaccio con le mani. Come fare?
 
Scrivete la risposta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 10 gennaio 2009. a Tutti coloro che avranno risposto esatto verrà inviata la famosa bacchetta magica del mago Sales
 
Se vuoi saperne di più sui giochi di prestigio invi­ta il Mago Sales nel tuo oratorio o parrocchia o scri­vi semplicemente per chiedere informazioni. La scuo­la di magia è aperta anche a te.

 

teatro magico 01

Le ceneri parlanti

Se vuoi darti delle arie da medium, con questo sem­plice esperimento lo puoi fare. Mettiti d'accordo con un tuo amico sulla scelta di una carta da gioco, ad esempio sul tre di quadri. Iniziando lo spettacolo inviterai questo tuo amico, come scelto a caso, a pensare a una carta da gio­co e a scriverne il valore su un foglietto di carta. (Evi­dentemente verrà scritto: tre di quadri). Il foglietto vie­ne fatto vedere ai presenti in sala, poi verrà bruciato.

“Fra non molto andrò in trance... non in tram, signo­ra... in trance”, dici assumendo un aspetto di circostan­za. Indi con le dita della mano destra raccogli un po' di cenere e strofinala sul tuo avambraccio sinistro. Le ce­neri si disporranno in modo da permettere di leggere il valore e il seme della carta scelta.

Il trucco: Sarà sufficiente scrivere in antecedenza sul­lo stesso avambraccio il valore della carta utilizzando un pennellino imbevuto in un succo di limone.

 

 teatro magico 01

 

 

 

 

Quattro Re... alla visita di leva

Non avete mai pensato a quanti misteri si nasconda­no in un mazzo di carte. Se si sommano i valori numeri­ci dall'asso al re si ottiene la cifra 364, cioè i giorni dell’anno. I 4 semi (cuori, quadri, fiori e picche) rappresen­tano le 4 stagioni. I due colori (rosso e nero) rappresen­tano l'eterna alternanza della vita: odio e amore, la vita e la morte, la notte e il giorno, ecc.
Prendiamo ora in considerazione i 4 re; anche questi hanno una loro storia: “Un giorno vennero chiamati al­la visita di leva. Tre vennero subito dichiarati abili e ar­ruolati, ma il quarto venne riformato”. “Chi sarà mai dei quattro?”.
Chiedete ora ai vostri amici.


Dopo che questi si saranno scervellati alquanto direte bellamente: “Ma, il re di quadri. Perché? Perché ha un occhio solo”. Infatti, se guardate la carta, vedrete che il viso è di profilo e mostra un solo occhio.

 

 

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

Divinazione dei colori

“Ogni oggetto emette onde medianiche Sigma Tau (si abbrevia in ST: Solo per Tonti). Le mani di un medium esperto riescono a percepire immediatamente queste variazioni e quindi riconoscono immediatamente un oggetto pensato”.

Detto questo fai mischiare dentro a un sacchetto di tela cinque matite colorate di forma e di lunghezza uguali (si differenziano solo per il colore). Fatti consegnare il sacchetto in mano, mentre avrai la schiena voltata. Dopo alcuni istanti, sarai in grado di porgere la matita del colore scelto.

II trucco: È necessario che tu prepari una seconda serie di matite identiche alle prime e disposte secondo un ordine prestabilito. Queste vanno nascoste nella cintura dei pantaloni, sulla parte posteriore. Conoscendo quindi l'ordine dei colori ti sarà facile prendere, da queste ultime la matita del colore richiesto.

teatro magico 01

L'Anello liberato

“Questo gioco è molto misterioso... infatti me l'ha passato l'idraulico... non ci capiva un tubo. Ora però lo spiego a voi”.

Un anello di plastica o di legno di circa 10 cm. di diametro viene annodato a un cordone lungo circa 150 cm. e le cui estremità vengono infilate dentro le maniche di una giacca. Nonostante la corda venga tenuta ai due estremi da due spettatori, tu che sei un “mago” riesci a togliere misteriosamente l'anello. A questo punto puoi sfilare dalle maniche la corda e fare esaminare che nel centro è sempre presente il nodo.

Il trucco: Precedentemente avrai messo nella tasca della giacca un secondo anello simile a quello incatenato ed è questo che darai a controllare al termine del gioco, mentre nasconderai nella stessa tasca il primo anello dopo averlo fatto scorrere attraverso il nodo un po' allentato.

 

 

 

 

teatro magico 01

 

 

 

 

Spezzare una matita con 10 euro

“Per fare questo gioco ci vogliono 5 anni... a me ce ne sono voluti 10”.Invita un tuo amico a tenere ben salda tra le sue mani e davanti a te una normale matita. Prendi poi un biglietto da 10 Euro tenendolo nella mano destra (a sinistra solo se sei in Inghilterra); quindi cala sulla matita un potente fendente con i 10 Euro, come se avessi in mano un tagliente macete, e la matita si spezzerà.

Il trucco: Potenza dell’ “Euro robusto” o della tua con­centrazione, ma soprattutto del tuo dito indice che avrai “furtivamente” allungato. Sarà questo e non già i 10 Euro a colpire la matita.Importante sarà richiudere prontamente la mano, ri­tirando il dito indice,... in quanto il tuo amico potrà essere distratto, ma non “imbranato” e potrà capire il trucco.

teatro magico 01

 

p contatta-mago

p contatta-mago

logo-pdf

btn donateCC LG

logo smilab

logo smilab

Visitor counter, Heat Map, Conversion tracking, Search Rank